home page







Salvatore Ferlita, nato a Palermo nel 1974, è assistant professor di Letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli studi di Enna Kore, dove insegna Letteratura italiana e Scrittura in lingua italiana. Collabora al mensile “Segno” e, come critico letterario, a “La Repubblica” (edizione siciliana). Ha scritto, tra l’altro, La Sicilia di Andrea Camilleri. Tra Vigàta e Montelusa (2003), I soliti ignoti (2005, con la prefazione di Andrea Camilleri), Sperimentalismo e avanguardia (2008), Novecento futuro anteriore. Saggi di letteratura (2009), Contro l’espressionismo. Dimenticare Gadda e la sua eterna funzione (2011), Le arance non raccolte. Scrittori siciliani del Novecento (2011, con una videointervista ad Andrea Camilleri), Il dramma della straniera. Medea e le riscritture novecentesche del mito (2012) assieme a Fabio La Mantia e Andrea Rabbito, Non per viltade. Papi sull'orlo di una crisi (2013), L’Isola immaginaria. Andrea Camilleri la Sicilia (2013), Palermo di carta. Guida letteraria della città (2013), Quando si partiva per la lontana Merica (2013, con Maurizio Piscopo e Giuseppe Calabrese), Letture ricreative. Traiettorie e costellazioni letterarie (2016).

Nel 2013 ha partecipato alla rassegna Confronti.

 



Last modified Friday, October, 28, 2016