home page





Le avventure di Laura Storm



Andrea Camilleri ha prodotto tutti gli episodi, andati in onda sul canale Nazionale.
Regia di Camillo Mastrocinque; sceneggiatura di C. Mastrocinque e Leo Chiosso. 


Prima serie:
Defilé per un delitto (11 agosto 1965)
Diamanti a gogò (18 agosto 1965)
Una bionda di troppo (25 agosto 1965)
Un cappotto di mogano per Joe (1 settembre 1965)

Seconda serie:
Il tredicesimo coltello (21 e 28 agosto 1966)
I due volti della verità (4 settembre 1966)
A carte scoperte (11 settembre 1966)
Rapina in francobolli (18 settembre 1966)


Il primo serial tv dedicato a un investigatore donna, Laura Storm, interpretata da Lauretta Masiero, andato in onda nel ’65 e nel ’66 sul Programma nazionale (che poi si chiamerà Raiuno).
Il vero cognome del personaggio era Persichetti, un’improbabile giornalista appassionata di judo e eterna fidanzata al caporedattore (Aldo Giuffré), stufo già al secondo degli otto episodi, di rinviare il matrimonio. Accompagnata dal fotografo, imbranato anzichenò (Oreste Lionello), indagava con temeraria incoscienza in titoli che riecheggiavano Mickey Spillane (Un cappotto di mogano per Joe) o Jean Gabin (Defilé per un delitto).
Tacchi a spillo e impermeabile bianco, un lampante sberleffo al Tenente Sheridan interpretato da Ubaldo Lay, che in quel trench aveva trovato l’America. Un giallorosa spassoso, grazie alle brillanti sceneggiature di Leo Chiosso, il paroliere umorista di Fred Buscaglione, e di uno sconosciutissimo Andrea Camilleri, ignaro papà di Montalbano.
(Il Giornale, 24.3.2010)




Last modified Monday, July, 23, 2018