home page





Buca delle lettere

Storia e immagini



Autore a cura di Manuela Alessandra Filippi
Prezzo € 50,00
Pagine 174
Data di pubblicazione 2004
Editore De Luca editori d'Arte per Poste Italiane
Collana  


Col racconto di Andrea Camilleri La cassetta e io

Con un testo di Enrico Sturani

Fotografie di Sergio Smerieri


L’iniziativa di Poste Italiane si inserisce in un vasto piano di recupero del patrimonio storico, di valorizzazione e comunicazione della storia dell’azienda. La realizzazione di un volume interamente dedicato alla storia delle buche delle lettere, dalla più antica risalente al 1632, sino ai giorni nostri, ha come obiettivo quello di rendere noto ad un vasto pubblico di non addetti ai lavori la storia di uno degli strumenti postali più diffusi e familiari e che tutti, senza distinzione alcuna, prima o poi utilizzano: la cassetta d’impostazione.
Il volume, curato da Manuela Alessandra Filippi, e realizzato nell’ambito dell’Archivio Storico Artistico di Poste Italiane, contiene un testo storico, nel quale sono ripercorse le tappe salienti che hanno portato alla nascita e alla successiva evoluzione delle cassette e del loro uso a partire dal XVII secolo, periodo al quale risalgono le prime notizie certe. Attraverso lo studio attento dei documenti d’archivio conservati non solo presso Poste Italiane, ma anche presso gli archivi di stato e gli archivi comunali consultati nel corso delle ricerche, molto spesso è stato possibile ricostruire una parte considerevole delle vicende storiche inerenti le buche delle lettere riprodotte nel volume. Tutte queste informazioni sono raccolte nella sezione dedicata agli apparati, molto ricca di curiosità e informazioni.
Articolato su più registri, storico, narrativo, saggistico, fotografico, il volume si avvale dell’autorevole presenza di Andrea Camilleri il quale con molto entusiasmo e molta simpatia ha accettato di partecipare e supportare l’intero progetto donando alla curatrice e all’Archivio Storico Artistico, un prezioso racconto scritto per l’occasione e dedicato al tema della buca delle lettere. Basato su ricordi d’infanzia narra di un particolare e imprevedibile rapporto instauratosi tra il noto scrittore e l’immancabile cassetta delle lettere.
La presenza di un saggio di uno tra i più importanti collezionisti privati di cartoline, Enrico Sturani, da la possibilità di scrutare il mondo postale da una angolazione e da una prospettiva decisamente inusuale e dunque inedita.
Il tema è sempre la buca, ma qui declinata dal punto di vista del contenuto e non solo del contenente.
L’intero volume si avvale di un ricco corredo di immagini, in parte tratte dal Fondo Fotografico dell’Archivio Storico Artistico, e in parte realizzate appositamente da Sergio Smerieri, fotografo modenese di formazione poliedrica, di grande sensibilità è con la vocazione del reporter, che in lui ha esiti da vero performer. Sue sono tutte le tavole a colori e tutte le fotografie in bianco e nero che si snodano lungo tutto il volume creando così un doppio racconto silenzioso: da una parte le buche ufficiali da cui tutto ha origine, dall’altra le buche private nelle quali le lettere terminano il loro misterioso viaggio.
Il volume si presenta in due versioni: una rilegata in tela cellofanata; una rilegata in tela con cofanetto.
(Recensione pubblicata su Il postalista)



Last modified Wednesday, January, 09, 2013