home page





Capodanno in giallo



Autori Andrea Camilleri, Esmahan Aykol, Gian Mauro Costa,
Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Francesco Recami
Prezzo € 14,00
Pagine 288
Data di pubblicazione 22 novembre 2012
Editore Sellerio
Collana La memoria n.911
e-book € 9,99 (formato epub, protezione acs4)


Gli investigatori più popolari dei «gialli» Sellerio e il Capodanno. La sfida, o la scommessa è quella di provare la personalità dei protagonisti: quanto sono capaci, per così dire, di una vita autonoma in cui la realtà della loro esistenza non sia solo lo sfondo delle imprese criminologiche.

Andrea Camilleri Una cena speciale
Francesco Recami Capodanno nella casa di ringhiera
Antonio Manzini L'accattone
Esmahan Aykol Rubacuori a Capodanno
Gian Mauro Costa Il Capodanno di Atlante
Marco Malvaldi Il Capodanno del Cinghiale

Il concetto del commissario Montalbano di un buon Capodanno è semplice e chiaro: gli "arancini" della brava Adelina. L'ultimo dell'anno per lui è tutto uno slalom per schivare inviti: la notizia che Livia non potrà raggiungerlo, causa impegni di lavoro, sembra averli scatenati: inviti d'affetto, inviti di lavoro, inviti di cerimonia (e il più commovente e difficile da evitare è quello di Catarella). Montalbano deve trovare scuse su scuse, alcune davvero fantasiose, per potersi godere in pace un piacere agognato da 364 giorni e, in questa fine d'anno, tale sforzo inventivo sembra diventato il suo vero lavoro. Al di sotto, però, bolle fino a scoppiare un caso scabroso. Una ragazza, molto giovane, figlia di un caro e onesto conoscente di Fazio, è sotto ricatto, minacciata da un latitante. Montalbano dovrà prima decifrare un rebus per catturarlo. Nessuno dubita del suo successo, ma verrà a capo anche del caso degli arancini?

I racconti di questa raccolta hanno per protagonisti alcuni degli investigatori più popolari dei «gialli» Sellerio, e precisamente: Salvo Montalbano da Vigàta, il commissario di Andrea Camilleri; il pensionato Amedeo Consonni, il dilettante del crimine che agisce nella Casa di Ringhiera immaginata da Francesco Recami; Rocco Schiavone, poliziotto tormentato dei noir di Antonio Manzini (un nuovo romanzo uscirà presto per i nostri tipi); Kati Hirschel, libraia turco-tedesca che ne combina di tutti i colori qui e là per la fascinosa Istanbul, venuta dalla penna della scrittrice turca Esmahan Aykol; l’elettrotecnico Enzo Baiamonte che risolve delitti di quartiere nella Palermo di Gian Mauro Costa; Massimo il Barrista del BarLume, investigatore dalla linguaccia pronta del toscano (e si vede) Marco Malvaldi. Eroi che in questo volume animano con le loro storie una specie di officina di scrittura. L’editore, in continuità con un analogo progetto dell’anno scorso (Un Natale in giallo, Sellerio 2011), ha chiesto agli autori di scrivere un racconto a soggetto. Soggetto: un Capodanno dell’investigatore. La sfida, o la scommessa è quella di provare la personalità delle loro creature: quanto sono capaci, per così dire, di una vita autonoma in cui la realtà della loro esistenza non sia solo lo sfondo delle imprese criminologiche. Viceversa, in questi racconti, una giornata tipica – per quanto, come il Capodanno rivelatrice sul piano psicologico, anzi proprio per questo – diventa l’interesse primario della narrazione mentre un delitto accade e un’inchiesta si sviluppa.

 


Andrea Camilleri e Marco Malvaldi presentano Capodanno in giallo intervistati da Antonio D'Orrico (Corriere TV, 22.11.2012)



Last modified Sunday, May, 26, 2013