home page





Il pianista



Autore Manuel Vázquez Montalbán
Prezzo L 22.000
Pagine 276
Data di pubblicazione 21 gennaio 1991
Editore Sellerio
Collana Il castello n. 30



Prezzo L 15.000
Pagine 337
Data di pubblicazione 13 maggio 1994
Editore Sellerio
Collana La memoria n. 311

Nuova edizione Con una conversazione tra Andrea Camilleri e Manuel Vázquez Montalbán
Prezzo € 13,00
Pagine 348
Data di pubblicazione 5 marzo 2015
Editore Sellerio
Collana La memoria n. 311

Il contrasto tra un pianista costretto ad interrompere la propria carriera a causa del rifiuto morale della dittatura e un musicista che ha raggiunto il successo, rifiutando ogni impegno e accettando il compromesso, si fa metafora di un bilancio politico e morale di un'epoca ambigua e di gravi dilemmi.

«Il mio debito nei confronti di Vázquez Montalbán č legato soprattutto al Pianista, che considero uno dei libri piů belli di questi anni»
(Andrea Camilleri)

«Vázquez Montalbán ci indica una possibile formula, contemporanea e dubbiosa, di romanzo impegnato» si legge nell'introduzione di Hado Lyria a questo romanzo; e i corsivi (possibile, dubbiosa) giŕ alludono alla direzione di questo impegno, che č una riflessione, pietosa e penosa, sulla fine dell'ideologia, sulla fine dell'utopia o, piů tragicamente, sul destino dei vinti e dei vincitori che non hanno conosciuto catarsi. Sul palcoscenico piů che moderno della Barcellona d'oggi, dentro bar alla moda e per ramblas, si feriscono, in dialoghi e situazioni che sono sleali duelli, alcuni intellettuali di mezza etŕ, che furono antifranchisti e vivono rannicchiati nelle pieghe dell'industria culturale e della fabbrica del consenso. Sullo sfondo, ma poi sempre piů al centro, č la figura del protagonista, un musicista la cui carriera era stata interrotta dal rifiuto morale della dittatura, e della sua «ombra», «l'altro» che il successo premia per le sue idee sempre caute, sempre all'altezza di ogni tempo. E i due, i loro idoli, le loro speranze, sono inseguiti indietro nel tempo: Barcellona, anni Quaranta; Parigi, 1936. Della Spagna della Guerra civile si disse che vi si svolgeva la prova generale della storia futura. Nel Pianista, Montalbán sembra voler attualizzare la stessa ipotesi per la Spagna di oggi: che vi si svolga la prova generale di una storia finalmente liberata da illusi preoccupati pericolosi eroi.



Last modified Thursday, March, 05, 2015