home page





lo Zingarelli 2016

Vocabolario della lingua italiana



Autore Nicola Zingarelli
A cura di Mario Cannella, Beata Lazzarini
Prezzo € 65,50
Data di pubblicazione 2015
Editore Zanichelli



Definizione d'autore di dialetto:
Nella mia famiglia si parlava sia il dialetto sia l’italiano. Quando mi esibivo con dei raccontini a voce capivo di essere più efficace se usavo una lingua mista. Cominciai a chiedermi perché l’italiano non mi bastava e studiai come Pirandello faceva parlare i suoi personaggi. Più tardi mi colpì la sua affermazione “la lingua esprime il concetto, il dialetto il sentimento di una cosa”: è diventata la base del mio scrivere.
Andrea Camilleri


Il vocabolario che risolve tutti i dubbi linguistici e grammaticali

• oltre 144.000 voci, oltre 380.000 significati
• 964 schede di sfumature di significato che analizzano altrettanti gruppi di parole e ne consigliano l’uso in base al contesto
• 102 definizioni d’autore, inedite e originali: significati firmati da chi in quella parola ha messo la propria vita e la propria esperienza
• oltre 9300 sinonimi, 2000 contrari e 2350 analoghi
• oltre 5500 parole dell’italiano fondamentale
• 3125 parole da salvare
• oltre 11.600 citazioni letterarie di 123 autori, da Francesco d’Assisi a Dario Fo
• oltre 44.600 locuzioni e frasi idiomatiche
• indicazione di oltre 3900 reggenze (addetto a o addetto per?)
• 118 tavole di nomenclatura
• note grammaticali e sull’uso corretto delle parole
• divisione sillabica delle parole che presentano dubbi v• in appendice: sigle, abbreviazioni, simboli; nomi di persona;
• luoghi d’Italia; abitanti d’Italia; abitanti del mondo; locuzioni latine

Lo Zingarelli 2016 accoglie circa 500 nuove parole e altrettanti nuovi significati. Ci sono parole e locuzioni nate per innovazioni culturali, legislative o tecnologiche, adultità, disposofobia, poltronismo, criptomoneta, adozione mite, cogenitore, madre surrogata, acquaponica, memristore, fotodepilazione; parole e locuzioni provenienti da altre lingue come macaron, pastrami, netsuke, run flat, Schuldfrage, expat. Inoltre, nello Zingarelli 2016 sono segnalate oltre 3000 parole da salvare: parole come obsoleto, ingente, diatriba, leccornia, ledere, perorare il cui uso diviene meno frequente perché televisione e giornali troppo spesso privilegiano i loro sinonimi più comuni ma meno espressivi.

Definizioni d’autore di: Marco Aime, Giorgio Armani, Alberto Asor Rosa, Corrado Augias, Silvia Avallone, Vincenzo Balzani, Alessandro Barbero, Bruno Barbieri, Alessandro Baricco, Stefano Bartezzaghi, Marco Belinelli, Mauro Bergamasco, Giovanni F. Bignami, Remo Bodei, Roberto Bolle, Edoardo Boncinelli, Massimo Cacciari, Pino Cacucci, Mario Calabresi, Andrea Camilleri, Eva Cantarella, Franco Cardini, Ilide Carmignani, Luisa Carrada, Caterina Caselli Sugar, Elena Cattaneo, Maurizio Cattelan, Luigi Luca Cavalli-Sforza, Ermanno Cavazzoni, Paolo Conte, Lella Costa, Ivan Cotroneo, Serena Dandini, Emma Dante, Philippe Daverio, Alessandro Del Piero, Piera Detassis, Paolo Di Stefano, Ilvo Diamanti, Elena Ferrante, Vanessa Ferrari, Gian Arturo Ferrari, Maurizio Ferraris, Goffredo Fofi, Marcello Fois, Carla Fracci, Mirella Freni, Chiara Frugoni, Milena Gabanelli, Umberto Galimberti, Fabrizio Gatti, Enzo Gentile, Fabiola Gianotti, Giorgetto Giugiaro, Francesco Guccini, Roberto Lobetti Bodoni, Sophia Loren, Valerio Magrelli, Claudio Magris, Vito Mancuso, Alina Marazzi, Claudio Marazzini, Mario Martone, Ezio Mauro, Enrico Mentana, Ettore Messina, Mina, Gianni Morandi, Morando Morandini, Antonio Moresco, Gianna Nannini, Piergiorgio Odifreddi, Luca Parmitano, Valeria Parrella, Federica Pellegrini, Cesare Prandelli, Fabrizio Pulvirenti, Lidia Ravera, Massimo Recalcati, Alba Rohrwacher, Gino Roncaglia, Valentino Rossi, Carlo Rovelli, Gabriele Salvatores, Chiara Saraceno, Tiziano Scarpa, Michele Serra, Toni Servillo, Salvatore Settis, Beppe Severgnini, Sara Simeoni, Marino Sinibaldi, Walter Siti, Donatella Spano, Andrea Tarabbia, Annamaria Testa, Oliviero Toscani, Giorgio Vallortigara, Mariapia Veladiano, Carlo Verdone, Sandro Veronesi, Gustavo Zagrebelsky



Last modified Tuesday, October, 06, 2015