Giornale di Sicilia, 5/5/2001

TELEVISIONE. Alle 19.30 la proiezione del film tratto da "La gita a Tindari" dopo una mattinata riservata agli studenti delle scuole superiori, presenti Sironi e Zingaretti

Il nuovo Montalbano debutta a Siracusa
Lunedi è in anteprima al Teatro Vasquez

SIRACUSA. Anteprima nazionale a Siracusa del film "La gita a Tindari" della serie televisiva "Il commissario Montalbano" che sarà proiettato lunedì alle 19.30 al Teatro Vasquez. L'appuntamento ufficiale sarà preceduto in mattinata dalla visione del film tv riservata agli studenti delle scuole superiori. E poi il debutto televisivo segnato sull'agenda per mercoledì prossimo, come sempre su Raidue e alle 21: un nuovo appuntamento, è facilmente prevedibile, con un successo di telespettatori e di share.
"La gita a Tindari" è il titolo del nuovo episodio tratto dal romanzo di Andrea Camilleri che vede come protagonista l'attore Luca Zingaretti nei panni del più famoso degli investigatori d'Italia alle prese con un difficile caso di omicidio da risolvere. E la terza serie televisiva per il commissario Salvo Montalbano, ambientato a Vigàta, paese siciliano frutto dell'immaginazione di Camilleri, dove il protagonista vive e lavora.
Ancora una volta a dirigere le sue avventure, è il regista Alberto Sironi, che ha saputo rendere vive le pagine del romanzo di Camilleri, trovando in Luca Zingaretti il volto giusto alla figura di Montalbano e rendere i paesaggi della Sicilia ancora più affascinanti.
"E riuscito a tradurre la descrizione dei luoghi in immagini, - dice Pasquale Spadola, direttore artistico della manifestazione -, basta guardare come il personaggio stesso di Montalbano sia legato ai particolari della sua terra, come riesca ad incarnare l'uomo che aveva in mente lo scrittore. Tutti gli odori, i sapori, la cultura della Sicilia si manifestano in modo evidente allo spettatore. Il 'Commissario Montalbano' non poteva che essere girato in Sicilia, solo così si rende giustizia alla figura nata dall'abile penna di Andrea Camilleri".
"Da almeno tre anni, a Siracusa, non si presentavano in anteprima opere prettamente televisive - dice Fabio Granata, assessore regionale per i Beni Culturali -. Questo evento ci permette di far conoscere la nostra città, di essere finalmente protagonisti di una manifestazione che vede come soggetto primario la Sicilia, e le sue storie".
LORENZA BONANNO