home page




Rassegna stampa 

Maggio 1999

Tipo Titolo Autore Data Fonte
Art Quando la sinistra si veste da Arlecchino 


All’inizio l’abito che usavano gli uomini della sinistra era confezionato da un sarto unico e geniale. Naturalmente il vestito veniva di volta in volta ritoccato, solo in alcuni particolari, per adattarlo al movimento del corpo di chi doveva correre a lungo o per spronare, al contrario, chi camminava troppo adagio. A forza però di usarlo tutti i giorni, il vestito cominciava a sgualcirsi, a sciuparsi e perdere lucentezza.  Il trascorrere del tempo, d’altra parte, aveva scolorito il tessuto originale, esposto com’era per troppo tempo alle intemperie, quindi il filo usato per rammendarlo denunciava, grazie ai suoi brillanti colori, non solo la sopraggiunta necessità di un ritocco, ...
Andrea Camilleri

 (traduzione di Anna Porro)

1 maggio El mundo
Art Baricco, un sito Internet per presentatrsi e sparire 

... Finora, gli scrittori italiani erano presenti sul web in altro modo: attraverso home-pages autoprodotte, attraverso pagine su singoli libri in uscita, attraverso siti di carattere accademico o istituzionale, primi fra tutti quelli su Umberto Eco - che vanta da tempo l'onore di essere "indicizzato" nel motore di ricerca di Yahoo - ma anche ad esempio su Pier Vittorio Tondelli ...
Giovanna Zucconi  4 maggio Corriere della sera
Int SPECIALE FICTION 
Luca Zingaretti 


"Ha tutte le carte in regola per essere un' artista" recitava il buon Piero Ciampi, bene si addice questa sua strofa al profilo di Luca Zingaretti. Diplomato all'Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio D'Amico", frequenta lo stage di danza per attori con Maurice Bejart. Debbutta in teatro con Luca Ronconi, al quale rimane legato negli anni per altri 5 spettacoli. Lavora con importanti registi italiani: Marco Risi, i fratelli Taviani, Nanni Loy, Giacomo Battiato e altri che per brevita' non citiamo ...
- 5 maggio Gente 
Art Quel ponte deve unire due deserti 

Chi è nato prima, l’uovo o la gallina? La questione è ormai secolare e trova fervidi seguaci tanto dell’una quanto dell’altra scuola di pensiero. A rigore di logica e di Bibbia, dato che Dio creò, tra le altre cose, tutti gli animali esistenti sulla Terra,
dovrebbe aver messo mano anche al gallo e alla gallina, già adulti e in grado di riprodursi. Non è questione da poco, credetemi. Tanto è vero che immediatamente mi è tornata in mente leggendo su alcuni giornali le ferme dichiarazioni di Sergio Cofferati, segretario generale della Cgil. Cofferati, non so più in quale occasione, avrebbe affermato che il ponte sullo Stretto non va
fatto. Manzonianamente: questo ponte non s’ha da fare. Egli però non adotta le ragioni ambientali dietro le quali si celano tanti ...
Andrea Camilleri 5 maggio La Repubblica - ed. di Palermo
Art 6 maggio ore 20.40 RAIDUE: IL LADRO DI MERENDINE 
13 maggio ore 20.40 RAIDUE: LA VOCE DEL VIOLINO 
- maggio -
Art Montalbano indaga in tv 

Il commissario di Camilleri diventa una fiction per Raidue: si parte dal «Ladro di merendine» e «La voce del violino»

Roma. La provincia siciliana raccontata da Andrea Camilleri in una serie di libri che da molti mesi occupano i primi posti nelle classifiche delle vendite, arriva in televisione (su Raidue stasera) e conta di restarci per un bel po'. Alla messa in onda dei primi due film tv «Il ladro di merendine» e (il 13) «La voce del violino», seguirà quella di altri due sceneggiati tratti da «La forma dell'acqua» e «Il cane di terracotta» e poi dalla serie (in 6 oppure 8 puntale) basata sui racconti brevi raccolti nel volume «Un mese con Montalbano».
«Abbiamo intenzione - ha annunciato ieri il capo della fiction Rai Stefano Munafò - di rinnovare le nostre fonti d'ispirazione, stringendo i rapporti con la letteratura e tornando a trattare il genere giallo come uno dei linguaggi di cui quest'ultima si serve per raccontare la realtà». A questo fine la Rai si è garantita l'esclusiva di Zingaretti nel ruolo di Montalbano e ha già comprato i diritti per i racconti brevi che Camilleri ha pubblicato con la Mondadori. ...
Fulvia Caprara 6 maggio La Stampa
Int Zingaretti: che paura quella parte 

«Il poliziotto piace perché è all'antica»

Roma. L'impresa non ora semplice e Luca Zingaretti lo ha sempre saputo, fin dal primo momento, quello in cui ha provato, dopo la soddisfazione per aver ottenuto il ruolo, il timore di non riuscire a renderlo al meglio: «Sono un appassionato lettore di Camilleri - racconta l'attore - e, quando ho saputo che i suoi romanzi stavano per diventare film, ho desiderato subito avere la possibilità di interpretarli. Più tardi, quando, dopo il provino, ho ottenuto la parte, la prima cosa che ho fatto è stato chiamare Camilleri confessandogli la mia paura di non farcela: paradossalmente le difficoltà maggiori nascevano proprio dall'avere tante, troppe informazioni sul personaggio di Montalbano. Era questo che mi faceva sentire in qualche modo bloccato». ...
f. c. 6 maggio La Stampa
Art E venne la sera di Montalbano in tv 'Poliziotto genuino come la Sicilia' 

Su Raidue il commissario reso celebre dai fortunati romanzi di Andrea Camilleri esordisce come personaggio di una fiction. Lo interpreta Luca Zingaretti: "M'affascinava, sono stato io stesso a propormi al provino"

ROMA. (vt) 'Una fiction difficile, tanto quanto può esserlo quella tratta da uno dei maggiori fenomeni letterari degli ultimi anni'. Stefano Munafò, responsabile di Raicinemafiction così definisce 'Il ladro di merendine' e 'La voce del violino', i due film tratti da altrettanti best-seller dello scrittore siciliano Andrea Camilleri e che hanno come protagonista il commissario Montalbano che dà il titolo alla miniserie, un personaggio diventato un vero e proprio caso letterario. Li vedremo in prima serata su Raidue, ...
Vincenzo Terranova 6 maggio Giornale di Sicilia
Art Zingaretti poliziotto benedetto da Camilleri

L'attore, stasera su Raidue, interpreta il commissario Montalbano nel "Ladro di merendine" tratto dall'omonimo romanzo

ROMA - Inizialmente Andrea Camilleri aveva detto di non vedere in Luca Zingaretti (il cattivo di molti film fra i quali Vite strozzate con Sabina Ferilli) l'esatto ritratto del suo commissario Montalbano: «È troppo pizziriddu», dicono avesse tuonato. Insomma a suo avviso l'attore romano non sarebbe stato adatto ad interpretare il ruolo del poliziotto siciliano protagonista dei suoi libri. Poi, però a film ultimato, Camilleri ha cambiato idea e ha fatto bene perché il Montalbano portato sul piccolo schermo ...

Patrizia Saladini 6 maggio Il Messaggero
Art La Rai arruola "Il Commissario Montalbano" 

Per adesso sono soltanto due puntate, di cui la prima andrà in onda questa sera su Rai due. Ne seguiranno altre due in autunno, poi "Il commissario Montalbano" diventerà una lunga serie, di otto appuntamenti complessivi. L'interprete principale Luca Zingaretti sarà legato contrattualmente a viale Mazzini, nel senso, dice Munafò, responsabile della fiction, che potrà interpretare
"Il commissario Montalbano" soltanto per la Rai. Un modo elegante per evitare eventuali scippi da parte della concorrenza, come è accaduto con "Amico ...
Marida Caterini  6 maggio Il Tempo 
Art Guia Jelo: io, vedova catanese che parla una lingua trasversale 

ROMA. (cr) C'è un'attrice catanese tra i protagonisti de 'Il ladro di merendine': è Guia Jelo, che interpreterà la vedova La Pecora. Ha appena ultimato le repliche al Piccolo di Catania de 'Le cicale mi hanno resa pazza' con la regia di Lamberto
Puggelli, questa interprete, una delle migliori del teatro siciliano che ha avuto più di un riscontro nel cinema, specialmente ne 'Le buttane' di Aurelio Grimaldi e ne 'La piovra', in televisione. Del teatro ricorda soprattutto il suo debutto ne 'La Nedda' di Verga, i due spettacoli con Sepe, il pirandelliano 'Così è se vi pare' e l''Arturo Ui' di Brecht, il Rosso di San Secondo allestito ...
Carlo Rosati  6 maggio Giornale di Sicilia
Art A Natale Sellerio manda in libreria la nuova storia 

Per lo 'sbirro' di Vigata sconvolgimenti in famiglia 

Gli aficionados di Camilleri non abbiano alcuna paura, il buon vecchio Montalbano ritornerà più in forma che mai. E molto presto. Sellerio infatti pubblicherà a ridosso del prossimo Natale il quinto capitolo della saga del commissario di Vigata che, è una promessa, subirà grandi stravolgimenti in famiglia. Sarà un Montalbano vecchio e nuovo nello stesso tempo, un poliziotto
più umano e meno 'sbirro', che seguirà ancora la pista scomoda e tutta siciliana di un altro delitto 'inturciuniato', sullo sfondo di ...
Simonetta Trovato 6 maggio Giornale di Sicilia
Art In tv l'eroe di Camilleri 

Pigro, indolente, ozioso. Ma anche colto, buongustaio, filosofo. «Uno che sa guardare e ragionare; che ha una sua morale da proteggere e una dignità da far rispettare. Insomma: uno che sa di antico». Ha le idee chiare, Luca Zingaretti, a proposito del suo commissario Montalbano. Bella forza: l'ha letto da cima a fondo, fin dal primo romanzo, dichiara di conoscerlo come nessun altro. «E paradossalmente, proprio per questo, di avere avuto un sacco di problemi ...
Giacomo Vallati  6 maggio Avvenire
Art Il "Birraio" torna a Vigata 

L'ultima volta che il "Birraio di Preston" passo' dal teatro Margherita di Caltanissetta, si lascio dietro fiamme e, sangue e furor di popolo. Questo almeno nella fantasia di Andrea Camilleri, che da una vicenda realmente accaduta ha tratto spunto per uno dei suoi romanzi piu' divertenti e arguti, che porta questo tittolo, ambientato nell'immagginaria citta' di Vigata. Ieri sera pero' il "Birraio" e' tornato al Margherita, nell'adattamento teatrale che lo stesso Camilleri e Giuseppe Dipasquale hanno realizzato, in un contesto assai piu' pacifico ...
Alberto Bonanno  7 maggio La Repubblica
Int Giu' la maschera Camilleri 

74 anni, siciliano, regista di teatro e di TV, scrittore, fino a non molto tempo fa per pochi intimi, ora nel giro di pochissiomo, tradotto in tutto il mondo, Giappone compreso. Il suo "Birraio di Preston" (Sellerio '95) e' arrivato alla quindicesima edizione, ci hanno pure scritto 4 tesi e ne hanno fatto una versione anche teatrale. I suoi 4 romanzi sul Commissario Montalbano sono gia' un serial tv, in onda su Rai-2. E adesso, Andrea Camilleri, debutta anche come attore ne "La strategia della maschera" di Rocco Mortelliti, un giallo ambientato tra la Sicilia e Roma che ruota intorno alla sparizione di preziosi reperti archeologici.
"Non e' la mia prima volta da attore - ci dice - mi e' capitato anni fa in "Quel ...
- 7 maggio Film TV
Art Montalbano con il libro sceneggiato batte anche il collega Montesano 

Tivu' & tivu'

Due poliziotti a confronto. Ma il confronto risulta improponibile, impari, persino ingiusto. Uno è un commissario, si chiama Montalbano, deriva da un libro, colto e popolare nello stesso tempo, e il suo nome deriva da un altro libro. L'altro è ispettore, si chiama Giusto Giusti e deriva dalla fantasia di un gruppo di sceneggiatori (Sergio Donati, Luigi Montefiori, Marcotullio Barboni) e dall'antica tradizione della commedia dell'arte. Diciamo subito i dati di ascolto: 6 milioni 251 mila spettatori per «Il ladro di merendine» su Raidue, regista Alberto Sironi; 4 milioni 430 mila per «Il segreto del vecchio pistolero» su Canale 5, regista Sergio Martino. La specialità di Enrico Montesano poliziotto è quella di travestirsi, insieme con la sua squadra (tra cui una donna, Mietta, e un nero, Bed Cerchiai) per stanare i malviventi, naturalmente in lotta perenne con i superiori che lo ostacolano. Il personaggio che ne nasce è una maschera, un tipo, con le sue caratteristiche fisse e i suoi stilemi linguistici («te possino», a esempio). ...
Alessandra Comazzi 8 maggio La Stampa
Int
Montalbano: un commissario da romanzo 

James Bond? "Nella realta' quel femminaro sarebbe stato eliminato in 32 secondi, pero' le spie vere sognavano di essere come lui. Anche il mio Montalbano e' una figura irreale, ma tutti i commissari lo amano". Parla Andrea Camilleri 73 anni, il caso letterario piu' clamoroso degli ultimi anni, autore di una decina di libri prerennemente in classifica. Il suo commissario Montalbano approda in TV il giovedi' sera su Raidue, in due film per la tv intitolati come i romanzi da cui sono tratti: "Il ladro di merendine" (6 maggio) e "La voce cel violino" (13 maggio). Montalbano conserva carattere ispido e inconfondibile, parlata ...
- 8 maggio Sorrisi & Canzoni 
Art Camilleri: e ora scriverò pensando a Zingaretti 

Oltre sei milioni di spettatori per la fiction di Raidue dai libri dello scrittore siciliano, quattro e mezzo per il serial di Canale 5

ROMA - Il commissario Montalbano batte l'Ispettore Giusti. Il poliziotto di Raidue inventato dallo scrittore Andrea Camilleri, già best seller in libreria e interpretato sul video da Luca Zingaretti, ha vinto la battaglia degli ascolti piegando in modo netto il suo avversario di Canale 5 Giusti-Montesano (più di sei milioni di spettatori l'uno, circa quattro milioni e mezzo l'altro).
Sulla scia della nuova affermazione, Camilleri dice: «D'ora in poi, quando scriverò di Montalbano penserò a Zingaretti». Il risultato ha inorgoglito il direttore di Raidue Carlo Freccero: «E' il successo dell'unione tv-letteratura. Andrea ...

Patrizia Saladini 8 maggio Il Messaggero
Art IL COMMISSARIO MONTALBANO BATTE L' ISPETTORE MONTESANO

LA SICILIA del commissario Montalbano, con i suoi colori e i suoi misteri, ha conquistato anche il pubblico televisivo: giovedì sera il giallo tratto da "Il ladro di merendine", su RaiDue, ha battuto l' indagine dell' "Ispettore Giusti", in onda su Canale 5. Il commissario filosofo, pigro, gourmet, nato dalla fantasia di Andrea Camilleri e interpretato da Luca Zingaretti, ha conquistato 6 milioni 251 mila spettatori (share del 24,45 per cento) contro i 4 milioni 430 mila (17,50 per cento di share) che hanno seguito ...

Silvia Fumarola 8 maggio la Repubblica 
Art Poliziotti tv, vincitore a sorpresa 

TV Il solido Montalbano di Raidue da Camilleri surclassa anche negli ascolti l'ispettore Giusti di Montesano su Canale5 

Più di 6 milioni di spettatori per il commissario ispirato ai best seller dello scrittore siciliano Non convince la comicità a tutti i costi del serial con l'attore romano, visto da quasi 4 milioni e mezzo di persone 

Sete di giustizia, ansia di sicurezza, desiderio di una paternità astratta ma onnipresente, paura del mondo? Gli psicologi potrebbero divagare a lungo sul motivo che spinge i produttori - interpreti dei desideri dei telespettatori - a realizzare fiction Tv incentrate su marescialli, ispettori e commissari. Fenomeno non nuovo, mutuato dalla crescente fortuna di un genere che solo da poco si osa definire «letterario», il noir o il giallo, contaminato talvolta in giallo-rosa ...

Mirella Poggialini  8 maggio Avvenire
Int "Cosa non mi piace del successo" 

Parla lo scrittore siciliano: "Non lascio  la Sellerio. Da lei pubblicherò 
il prossimo romanzo con Montalbano" 


Roma "Sono perplesso", dice Andrea Camilleri.Perplesso, e perché? "Perché questo romanzo (La mossa del cavallo, N.D.R.) è meno divertente degli altri. E quello che sto scrivendo, Il re di Girgenti, è ancora peggio". Be', la letteratura non può essere come il solletico "Sto sperimentando forme nuove, la mia scrittura è diventata più ostica. E poi mi interessa mirare più scopertamente a certi obiettivi: la mafia, per esempio. O meglio, l'intelligenza della mafia". A proposito: ma nel combattivo procuratore del re, il torinese Rebaudengo, non c'è in parte il ritratto di Giancarlo Caselli? "No. Negli anni in cui è ambientato il ...
Francesco Erbani 13 maggio La Repubblica
Rec CAMILLERI
A Vigàta sbarca la mafia 


Il nuovo romanzo di Andrea Camilleri, La mossa del cavallo (Rizzoli, pagg. 248, lire 25.000), si legge senza interruzioni, come si beve un gran sorso d'acqua. E' ambientato nel 1877 nella solita Vigàta (Porto Empedocle), in provincia di Montelusa (Agrigento), un anno dopo che a Roma si è consumata la cosiddetta rivoluzione parlamentare, con l'avvento al governo della Sinistra al posto della Destra. E trae spunto, come accade altre volte in Camilleri, da uno dei tanti episodi raccolti nell'inchiesta sulla Sicilia di Leopoldo Franchetti. Ma con più consistenza di altre volte ne La mossa del cavallo compare la mafia - una mafia
che prende parte attiva alla politica, alla vita delle istituzioni, e non è solo fenomeno banditesco; che domina gli affari leciti e ...
Francesco Erbani 13 maggio La Repubblica
Rec CAMILLERI Assoluzione in nome del dialetto

Esce «La mossa del cavallo», nuovo romanzo storico-poliziesco dello scrittore siciliano, ambientato subito dopo l'Unità d'Italia.  Un ispettore della Finanza inviato dallo Stato viene accusato di un delitto. Ma riesce a salvarsi grazie a un colpo di scena linguistico 

E' stato scritto che i Camilleri sono almeno due, quello del poliziesco e quello della memoria storica; ma nel nuovo romanzo «La mossa del cavallo» i due Camilleri convivono.  Come è noto, lo scrittore di Porto Empedocle ha sfondato a 73 anni in un genere poco frequentato in Italia, quello dell'«intrattenimento alto», dove il piacere della lettura viene cercato senza banalità e ruffianerie (e i gialli del commissario Montalbano resistono da due anni ai piani alti delle classifiche). L'altro Camilleri, quello delle trame ambientate in Sicilia ...

Cesare Medail 13 maggio Corriere della sera
Art LA STRATEGIA DELLA MASCHERA

Regia: Rocco Mortelliti
Interpreti: Rocco Mortelliti, Andrea Camilleri

Il settantaquattrenne Andrea Camilleri, autore di numerosi best seller, creatore del commissario Montalbano approdato anche in tv con due film ("Il ladro di merendine" e "La voce del violino") interpretati da Luca Zingaretti, diventa attore ne "La strategia della maschera" diretto e interpretato da Rocco Mortelliti, che nella vita è il genero dello scrittore. Camilleri in questo giallo sulla Sicilia, sul teatro e sulla memoria è il ...
- 14 maggio -
Art RAIDUE: Montalbano, ascolti cresciuti

ROMA Montalbano scala l'auditel. Nel secondo e per ora ultimo appuntamento con il celebre commissario siciliano su Raidue, gli ascolti sono ancora cresciuti: 27,31 per cento di share, pari a 6.810.000 telespettatori (per il primo episodio lo share era stato del 24,45 per cento). Il commissario Montalbano ha vinto la serata battendo, fra gli altri, il film Casper, in onda su Canale 5, che ha avuto 5.522.000 telespettatori e uno share del 21,87 per cento. Il produttore del ...
Roberta Bottari 15 maggio Il Messaggero
Art Quell'attore per caso di nome Camilleri 

Non siamo a Vigata per una volta. L'ultima impresa di Andrea Camilleri ha cambiato indirizzo. Ma gli ingredienti classici della sua sicilianissima inventiva ci sono tutti: c'e' il mare, c'e' il giallo, c'e' l'intreccio macchinoso. E c'e' lui, lo scrittore pigliatutto. Una specie di "Deus ex machina" che intesse l'ordito di una trama complessa. Anche quando e' assente riesce a dipanare la matassa di una storia che si svolge tra reperti archeologici rubati e antichisti di dubbia lealta'. Siamo al cinema Lux, alla "prima" palermitana dell'ultima avventura extra letteraria dello scrittore siciliano. Solo che questa volta Camilleri invece di scrivere recita. Interpreta la parte di un vecchio archeologo, Briano Teo ...
Chiara Dino  15 maggio La Repubblica
Rec Camilleri, più della mafia può la forza del dialetto

Narrativa/«La mossa del cavallo», il nuovo romanzo dello scrittore siciliano

COME si muove il cavallo negli scacchi? E' l'unico pezzo che può scavalcare gli altri approdando sempre da una casella nera a una bianca, e viceversa. Sorprendente e decisiva la sua mossa perché (come scrive Viktor Sklovskij in un saggio molto famoso) il cavallo «non è libero, si muove di fianco, la via diretta gli è preclusa». All'imprevedibile movimento della figura scacchistica, si ispira fin dal titolo l'ultimo romanzo di Andrea Camilleri (La mossa del cavallo, Rizzoli, 248 pagine, 25.000 lire). E a fare la "mossa" necessaria per liberarlo da uno stato di grande pericolo, è il protagonista, Giovanni Bovara, ispettore capo dei mulini, piovuto in Sicilia - il luogo dove è nato ma da dove si è subito trasferito in ...

- 18 maggio Il Messaggero
Rec Recensione della "Mossa del cavallo"

"Dico semplicemente che tanto lei quanto io rischiamo d'arrivare, al massimo, a una verità parziale. Be', è sempre meglio che nessuna verità."

Se Camilleri , come lui stesso dichiara, ama tra le sue opere soprattutto i romanzi storici, La mossa del cavallo, sarà di certo tra i figli prediletti. La trama è quella di un giallo, l'ambientazione è nei pressi dell'immaginario (ma estremamente realistico) paese di Vigata, il periodo in cui si svolge l'azione cade tra il 1 settembre e il 15 ottobre 1877. Giovanni Bovara, nato in Sicilia ma trasferitosi a
soli tre mesi d'età a Genova, viene nominato ispettore capo ai Mulini a Montelusa, paese a pochi chilometri di distanza da Vigata e l'insediamento, che avviene in seguito alla misteriosa morte dei suoi due predecessori, provoca subito reazioni di ...

- maggio Alice
Art Narratore all'uva passa 

La scrittura di Camilleri? Sotto le spezie, solo italiano basico. 

Si sa che ormai, per sapere quanto sono gli italiani ancora bramosi di leggere un libro, basta chiedere in giro quanti sono quelli disposti a leggerne uno di Andrea Camilleri. Ne consegue che il popolo dei lettori di Camilleri tende praticamente a coincidere con l'insieme dei cittadini capaci di leggere qualsiasi cosa. Altrettanto inoppugnabile e pero' il fatto che i lettori di Camilleri possono suddividersi in due specie: quelli fermamenti decisi dopo aver letto di un fiato un suo libro, a divorare subito tutti gli altri, e quelli del tutto incapaci, dopo averne preso in mano uno qualsiasi di leggerne piu' di tre pagine. Sara' in fine superfluo ...

Ruggero Guarini  20 maggio Panorama 
Int ANDREA CAMILLERI
Non chiamatemi giallista, ma “contastorie”

Andrea Camilleri, nel suo ultimo libro lei affronta in chiave ironica il giallo storico. Quali sono stati i suoi punti di riferimento: Gadda, Campanile?
«Ognuno ha il suo metodo. Io ho applicato la teoria degli anni nonni. La conosce? Sono molto più complicati degli anni luce. Se lei mette in fila dodici nonni finisce che uno vide Giulio Cesare morire. In parole povere: ho bisogno di vivere il tempo in cui parlo, e per questo ho bisogno soprattutto di testimonianze orali. Per questo ho preso spunto, per la stesura del romanzo, dagli appunti di Leopoldo Franchetti per la sua inchiesta sulle condizioni socio economiche della Sicilia del secolo scorso». 
C’è un proverbio africano che dice: quando muore un anziano, brucia una biblioteca ...
Alberto De Benedetto maggio Katalibri
Int Intervista con il protagonista di "Il commissario Montalbano 

Il provino l'ha passato un anno fa. Luca Zingaretti aveva letto i gialli di Andrea Camilleri, conosceva bene il commissario Montalbano, un ruolo che desiderava e insieme temeva. "Ero molto preoccupato", racconta l'attore, "Perche' era un
personaggio che amavo moltissimo. Racconti peggio le persone che senti piu' vicine, e come fare l'imitazione di qualcuno che conosci strabene, non riesci ad allontanarti per guardarlo criticamente. Ma dopo una settimana di riprese credo di essermi sciolto, e come se fossi magicamente entrato dentro il vestito giusto. Credo di aver fatto un buon lavoro". Cosi', dopo "Il ladro ...
Alberto Anile maggio TV Sorrisi & Canzoni 
Int Camilleri mi ha fatto scuola 

Sembrava inevitabile che Luca Zingaretti incontrasse il commissario Salvo Montalbano. "Sono da sempre un appassionato lettore di Andrea Camilleri, e' stato il mio insegnante di regia televisiva all'Accademia di Roma. Le sue lezioni e i suoi racconti ci incantavano". Dopo il diploma all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, Luca Zingaretti debutta in teatro con Luca Ronconi. Negli ultimi 10 anni, parallelamente alla carriera teatrale, tanto cinema (da Giulinao Montaldo ai fratelli Taviani) e ...
- maggio TV SETTE
Art  Commissario Montalbano sei un antieroe vincente. Parola di Cattani 

ESCLUSIVA. IL PROTAGONISTA DELLA 'PIOVRA' GIUDICA IL CAMILLERI-TV 

In anteprima, i due film tratti dai gialli dello scrittore siciliano, visti da uno spettatore eccellente. Che tesse l'elogio del poliziotto normale. Da invidiare. 

Il commissario Montalbano e mi ritrovo a dire: 'Per un personaggio così sarebbe valsa la pena di tornare alla fiction'. Il produttore mi risponde che avevano pensato a me per il ruolo del protagonista (e perchè non l'ho saputo dal mio agente?). Buffo. Per il grande pubblico tv sarei passato dal commissario Cattani della Piovra al poliziotto inventato da Andrea Camilleri. Due personaggi immensamente diversi. E comunque Luca Zingaretti è un Montalbano perfetto ...

- maggio Panorama
Art Il giallo e' servito: tutti a tavola con il commissario Montalbano 

Scintillano gli occhi dello scrittore Andrea Camilleri, "il papa'" artistico del commissario Montalbano. E anche Luca Zingaretti, l'attore che interpreta su Raidue le avventure del poliziotto piu' celebre d'Italia, osserva statico tanto ben di Dio. La lunga tavola e' inbandita di succose prelibatezze della terra dove fioriscono i limoni. Della Sicilia di Camilleri e del suo personaggio
Montalbano. Con occhio d'intenditore, lo scrittore controlla i piatti e le ricette preparate per "Oggi" da Aldo Riggi e da sua moglie Arianna, proprietari a Roma del famoso ristorante di specialita' siciliani, "La norma". E' un ghiottone l'ombroso, un po' ...
Maria Celeste Crucillà maggio OGGI
Int Alice intervista Camilleri 

Uno scrittore della notorietà di Camilleri potrebbe avere un atteggiamento di fastidio e di insofferenza davanti all'intervistatore: alcuni noti autori si negano, altri si concedono solo per pochi minuti. Al contrario Andrea Camilleri offre il suo tempo e la sua disponibilità con eleganza signorile, simpatia e molta autoironia, qualità tipiche di una certa intellighentia siciliana. Accertatosi di non essere ripreso dalla televisione, si accende una sigaretta e inizia a parlare...

Il giallo, è considerato un genere d'evasione, ma molti grandi scrittori vi si sono dedicati. Come riscattare allora questo genere? 

Grazia Casagrande maggio Alice
Misc Raccolta articoli vari - maggio -

Last modified Tuesday, April, 04, 2017